Smoking o tuxedo?

Generalmente lo chiamiano smoking, ma in realtà è una parola che gli anglosassoni non adoperano. Il vero nome è TUXEDO ed è l’abito da sera degli uomini da indossare rigorosamente dopo le 18.00.

Si tratta di una giacca elegante e attillata con un solo bottone e reverse in seta. Completamente privo di tasche, toppe o spacchi, il tuxedo va indossato con camicia bianca a maniche lunghe e papillon rigorosamente nero. Si abbina a pantaloni senza tasche e passanti per cintura (sono ammesse solo le bretelle), lungo le cui cuciture esterne è in genere applicata una striscia di raso nera. Le scarpe sono scollate, nere, lucidissime. Le calze, nemmeno a dirlo, nere e lunghe al polpaccio.

La domanda ora è: lo sposo può indossarlo il giorno delle nozze?

In realtà lo smoking o il tuxedo è un abito da sera da sfoggiare in occasione di una cena di gala, a una prima teatrale importante o per un ballo.
In base al galateo, quindi, per un matrimonio è assolutamente fuori luogo.

La tentazione però è forte: qualsiasi uomo con addosso il tuxedo si trasforma in un principe azzurro. Insomma una “forzatura” è possibile. Teniamo ben presente però che potrà essere indossato solo per una cerimonia serale, seguita da una cena con ballo, e mai per una cerimonia mattutina.

Vogliamo parlarne? Scrivimi a info@siweddingsinitaly.com

 

Un matrimonio più esclusivo

Probabilmente i matrimoni saranno più intimi, in ambienti più privati e si svolgeranno solo con la famiglia e gli amici più cari. I budget dei fornitori verranno customizzati, l’esperienza sarà più esclusiva e rifletterà la tua personalità in ogni dettaglio.

Se ti vuoi assicurare una top venue anche in brevissimo tempo il segreto potrebbe essere programmarlo ai giorni feriali o al massimo venerdì o domenica. Questo incrementerà le tue chances di fare il tuo matrimonio esattamente dove volevi.

Resta connessa  e scopriremo insieme tutti i nuovi modi di programmare le nozze.

Per info o anche solo per un parere/consiglio/due chiacchiere scrivimi a info@siweddingsinitaly.com

Un matrimonio, due festeggiamenti

Anche il Duca e Daphne, i protagonisti di Bridgerton, la fortunata serie televisiva, lo hanno fatto. Hanno diviso i festeggiamenti in due tranche: la cerimonia intima con i parenti stretti e la festa da ballo con tutti gli altri. Certo, la seconda serata era un po’ affollata, ma siamo in epoca pre-Covid (stiamo parlando di due secoli fa). Prendere spunto dalla storia d’amore che ha appassionato milioni di telespettatori di Netflix non può che portare bene.

Incrocia le dita e resta connessa.

Per info o anche solo per un parere/consiglio/due chiacchiere scrivimi a info@siweddingsinitaly.com

Sposarsi nel 2021? Si può fare

Programmare un matrimonio in un anno in cui tutti navighiamo a vista è molto difficile. Decidere la data, impegnarsi economicamente, sfoltire la lista degli invitati: tutto è sotto l’egida dell’incertezza. E così, di DPCM in DPCM, rimandiamo….speriamo….

Ma nella vita c’è sempre un piano B. Hai mai pensato a dividere in categorie gli invitati? Si potrebbe dedicare il giorno dell’evento ai familiari più stretti e la sera prima o quella dopo la cerimonia agli amici.

Il budget non ne risentirà. Alcune location infatti, proprio in virtù di questo infausto periodo, vengono incontro alle esigenze degli sposi e alle diverse regole che la pandemia ci detta.

Pensaci, potrebbe essere l’idea vincente. Nei prossimi giorni ti darò qualche suggerimento su come gestire al meglio questa situazione.

Resta connessa e seguimi su Siweddings.it!

Per info scrivimi a info@siweddingsinitaly.com